blog_post_92

Far rispettare il divieto o dare agli studenti la possibilità di fumare a scuola? Il dibattito su questo tema è scoppiato dopo la decisione del preside del Liceo Linguistico Manzoni di Milano di creare nel cortile uno “spazio a sorveglianza allentata” in cui i ragazzi possono decidere di accendersi una sigaretta. Il preside ha sottolineato che si tratta di una nuova forma di dialogo con gli studenti, nuova forma che non preclude l’opera di convincimento a smettere di fumare.

Ecco alcuni articoli che sono stati pubblicati:

Una zona fumatori al liceo, polemica a scuola_Corriere_15 dicembre.pdf

Fumo al Manzoni, le ragioni del preside_Corriere_21 dicembre.pdf

Manzoni, dibattito sull'area fumo a scuola_Corriere_10 gennaio.pdf


Nella discussione è intervenuto anche il nostro presidente, il professor Marco Alloisio, per sottolineare l’importanza della sensibilizzazione dei ragazzi. Il professore ha ricordato l’impegno della LILT nell’ambito della prevenzione a scuola, dalle elementari alle superiori.

Ecco i due interventi che sono stati pubblicati: 

Nella lotta al tabacco in campo anche James Bond, intervento prof. Alloisio_Corriere_3 dicembre.pdf

Area fumo a scuola, lettera prof. Alloisio_Corriere_15 gennaio.pdf