blog_post_52

Sarà inaugurato lunedì 23 ottobre, nello Spazio Prevenzione LILT di Monza, il primo mammografo digitale con Tomosintesi della Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori. Al taglio del nastro saranno presenti il Presidente di LILT Milano Marco Alloisio, il Sindaco di Monza Dario Allevi, e l’Assessore alla Famiglia, Politiche Sociali Desirée Chiara Merlini.

La Tomosintesi mammaria è una tecnologia radio-diagnostica innovativa in grado di esaminare il seno in maniera tridimensionale e di individuare i tumori in fase precoce con un’elevata accuratezza. Dopo Monza sarà installata anche in altri Spazi Prevenzione LILT.

Lo Spazio Prevenzione LILT di Monza è stato aperto nel 1972 e da 45 anni è un presidio importante sul territorio: offre infatti ai cittadini la possibilità di sottoporsi a varie visite di diagnosi precoce. I residenti in città sono 122.955, di cui 64.008 donne e 58.947 uomini (fonte Anagrafe Comunale al 31 dicembre 2016).

Proprio in questo ambulatorio, nel 1985, era stato installato il primo mammografo della LILT.  All’anno vengono effettuate oltre 20mila prestazioni, di cui quasi 5mila sono visite al seno e 4mila mammografie.