blog_post_102

Si è svolta il 15 marzo la conferenza stampa per i primi 70 anni di LILT Milano. Per l’occasione l’Istituto di ricerche Doxa ha realizzato un indagine su come è cambiato l'atteggiamento dei milanesi nei confronti della cura della salute e della prevenzione. I risultati della ricerca sono stati presentati a Palazzo Bovara per dare il via a questo anniversario speciale per l’Associazione che in tanti anni di attività sul territorio è diventata un punto di riferimento per la cittadinanza.

E’ emerso che i milanesi tra i 35 e i 64 anni, secondo l’indagine, sono più informati e attenti alla cura della salute e alla prevenzione dei tumori rispetto a 30 anni fa. Il 75% dei milanesi dichiara di essere più interessato alla propria condizione fisica e il 77% di fare più attenzione a come prevenire il cancro. Sono sempre le donne, rispetto agli uomini, a mostrare un livello maggiore di informazione e di attenzione rispetto a queste tematiche.

“Nel 2018 la nostra Associazione festeggia i suoi 70 anni – dichiara il Presidente di LILT Milano, prof. Marco Alloisio –, decenni dedicati ad aumentare la consapevolezza della popolazione sulla possibilità di prevenire e diagnosticare precocemente la malattia. Possiamo dire con soddisfazione che grazie al nostro costante impegno e a quello di tutte le istituzioni sanitarie pubbliche e private operanti sul territorio, i milanesi si sentono più informati e attenti a queste tematiche. Dall’indagine emerge infatti che in 30 anni il 79% dei cittadini è più informato sulla prevenzione dei tumori e ciò si traduce in un notevole incremento della frequenza con cui si sottopongono a visite di prevenzione e check-up. La LILT, nata nel 1948 sotto la spinta di dare assistenza ai malati, ha poi dagli anni ’70 intrapreso un’attività di informazione sui corretti stili di vita grazie ai quali si possono prevenire vari tipi di tumore. Dopo 70 anni di attività quasi 9 intervistati su 10 la conoscono almeno di nome e 1/3 la conoscono molto bene, essendo informati sulle sue attività. Quasi 1/5 ne ha frequentato gli Spazi Prevenzione, ambulatori dove offriamo visite ed esami di diagnosi precoce con alti standard qualitativi sia in termini di personale medico sia per quanto riguarda la tecnologia delle strumentazioni. Abbiamo effettuato, dal 1969 al 2017 3.397.263 visite ed esami di diagnosi precoce, dal 1956 al 2017 circa 520mila interventi di assistenza, e dal 1970 al 2017 circa 920mila bambini delle elementari sono stati raggiunti dalle campagne anti fumo. Celebriamo quindi i 70 anni orgogliosi di quanto abbiamo realizzato finora ma allo stesso tempo consapevoli che il nostro lavoro deve continuare“.

Scarica qui i risultati della ricerca. IndagineDoxa_70anniLILT.pdf

Ringraziamo per la partecipazione all'incontro Pierfrancesco Majorino, Assessore alle Politiche sociali del Comune di Milano, Paolo Colombo, ricercatore Doxa che ha presentato l'indagine, Mario Pappagallo, giornalista medico-scientifico che ci ha spiegato quanto la comunicazione in tema di salute sia cambiata nel corso degli anni e Federica Fontana che ha moderato il dibattito.

E un grandissimo grazie va naturalmente a chi in tutti questi anni ci ha sostenuto e ha reso tutto questo possibile: “Desidero ringraziare – ha concluso il prof. Marco Alloisio – tutte le persone che lavorano in e con LILT, ai volontari che ci aiutano in tutte le nostre attività, alle Istituzioni e Associazioni con le quali negli anni abbiamo fatto rete per promuovere la cultura della salute e della solidarietà e a tutte le aziende che ci hanno sostenuto nel tempo e continueranno a farlo. Grazie di cuore a quanti ci hanno permesso di raggiungere questo traguardo e saranno ancora al nostro fianco in questa battaglia contro il cancro al quale vorremmo mettere la parola fine”.