Tumore della cute e melanoma

In Italia sono stati diagnosticati nel 2017 circa 14.000 nuovi casi di melanoma della cute, 7.300 tra gli uomini e 6.700 tra le donne (3% di tutti i tumori in entrambi i sessi). Il rischio di sviluppare un melanoma cutaneo è alto sia negli uomini (1 su 63) sia nelle donne (1 su 81). E appare in aumento il trend di incidenza sia negli uomini, +4,4% per anno, che nelle donne, +3,0% per anno (dati Rapporto Aiom/Airtum 'I numeri del cancro in Italia 2017').


Nuovo neo
La comparsa, dopo i 40 anni, di un nuovo neo con aspetti diversi dagli altri.

Modificazioni di un neo
Il cambiamento dei caratteri di un vecchio neo per forma, dimensione, colore, superficie e comparsa di prurito, dolore o bruciore.

  • ASIMMETRIA: un neo dalla forma irregolare
  • BORDI FRASTAGLIATI: un disegno be delineato, ma irregolare come quello dei una carta geografica
  • COLORE POLICROMO: nero, bruno, rosa rossastro
  • DIMENSIONE: superiore a 5 millimetri
  • EVOLUZIONE PROGRESSIVA: tende ad allargarsi raddoppiando in circa 3-6 mesi

Controllo clinico annuale della cute. Evitare, soprattutto per i bambini, esposizioni prolungate e violente ai raggi solari, in particolare nelle ore centrali della giornata. Utilizzare creme solari ad alta protezione dai raggi UVA+UVB.

Le regole della corretta esposizione

  • Applicare le creme protettive 20-30 minuti prima dell’esposizione, ripetendo più volte l’operazione durante l’esposizione e dopo frequenti bagni o forte sudorazione.
  • Prendere sole con gradualità.
  • Evitare di esporsi al sole nelle ore più calde, cioè tra le 11 e le 16.
  • Non prolungare troppo l’esposizione al sole ed evitare le scottature, soprattutto nell’infanzia.
  • Non esporre al sole i neonati e fare molta attenzione verso i bambini sotto i tre anni facendo loro indossare cappellino e maglietta chiari.
  • Proteggere particolarmente i bambini con molti nei.
  • Prestare attenzione alle superfici riflettenti come acqua o neve, che aumentano molto il pericolo di eritemi e scottature.
  • Fare attenzione all’abbronzatura in alta quota: l’intensità delle radiazioni aumenta con l’altitudine.
  • Prestare attenzione anche al vento che può trarre in inganno togliendo la sensazione di caldo sulla pelle.

Controllo medico: annuale alla comparsa dei segni sospetti.